Centro Naima - Un caso di Disturbo della Nutrizione - Centro di Psicoterapia Infantile Campano Naima

Vai ai contenuti

Menu principale:

Centro Naima - Un caso di Disturbo della Nutrizione

Trattamenti > Casi Clinici

Robert, di 6 mesi, fu ricoverato in un ospedale per valutare la sua incapacità ad aumentare di peso quando, a 6 kg e mezzo, scese al di sotto del 15° percentile del peso adeguato per la sua età.

Era il secondo di due bambini nati da genitori che lavoravano e che avevano affrontato una gravidanza non prevista, ma normale. Alla nascita pesava quasi 3 kg e 600 grammi.

Sebbene questo primo figlio maschio fosse il pupillo del padre, la madre di Robert aveva avuto continue difficoltà con il bambino. Era nutrito col biberon e sua madre riferiva che aveva gravi coliche. Il suo pediatra fece alcune modifiche nella formula e suggerì altri trattamenti per le coliche, ma Robert continuava a non riuscire ad aumentare di peso.

All’ospedale, gli infermieri videro che la madre tentava di nutrirlo. C’era scarsa sincronia fra la madre ed il bambino riguardo la nutrizione, poiché spesso ella non sembrava sapere quando il figlio fosse affamato, quando avesse bisogno di fare il ruttino e quando avesse terminato di mangiare. Di conseguenza, il momento di mangiare era un’esperienza penosa per entrambi. Comunque, gli infermieri e gli assistenti furono in grado di nutrire Robert senza alcuna difficoltà.

Le varie indagini mediche non riuscirono a dimostrare alcuna specifica condizione medica che potesse spiegare le difficoltà del bambino. Il colloquio con la madre gradualmente rivelò che era stata depressa durante la gravidanza e che si era irritata per le esigenze del bambino. Il trattamento della depressione e dei sottostanti problemi coniugali e l’istruzione localizzata sull’alimentazione facilitarono l’adattamento della madre. Con questo, le difficoltà nella nutrizione di Robert gradualmente diminuirono in maniera notevole, ed in poche settimane aumentò di diversi chili.


Discussione sul caso

Il Disturbo dell’Alimentazione dell’Infanzia o della Prima Fanciullezza è diagnosticato se un bambino non riesce ad alimentarsi adeguatamente e ad aumentare di peso o manifesta una significativa perdita di peso durante un periodo di almeno 1 mese e se l’anomalia, come in questo caso, non può essere spiegata meglio da una condizione medica (per esempio, reflusso gastroesofageo), dalla semplice mancanza di cibo o da un Disturbo di Ruminazione.

Nel Disturbo di Ruminazione qualche volta è osservata la perdita di peso, ma è associata alla caratteristica presenza di rigurgito e rimasticazione di cibo.
In questo caso, il cronico stress coniugale e la depressione della madre probabilmente hanno contribuito alle difficoltà della madre nell’alimentare il suo bambino.


brano tratto dal DSM IV TR, American Psychiatric Association, Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, Text Revision con Casi Clinici, Masson 2007

 
Torna ai contenuti | Torna al menu