Centro Naima - Balbuzie - Centro di Psicoterapia Infantile Campano Naima

Vai ai contenuti

Menu principale:

Centro Naima - Balbuzie

Trattamenti > Classificazione dei Disturbi > Disturbi della Comunicazione

La manifestazione principale della Balbuzie è un’anomalia del normale fluire e della cadenza dell’eloquio, che non risulta adeguato all’età del soggetto.

Questa anomalia è caratterizzata da frequenti ripetizioni o prolungamenti di suoni o di sillabe.

Possono esservi diversi altri tipi di anomalie del fluire dell’eloquio, comprese interiezioni, interruzioni di parole (pause all’interno di una parola), blocchi udibili o silenti (pause colmate o non colmate nel discorso), circonlocuzioni (cioè, sostituzioni di parole per evitare parole problematiche), parole emesse con un’eccessiva tensione fisica, e ripetizioni di un’intera parola monosillabica (per es., “O-O-O-O fame”).

L’anomalia nella scorrevolezza interferisce con i risultati scolastici o professionali o con la comunicazione sociale.

Se sono presenti un deficit motorio della parola o un deficit sensoriale, le difficoltà nell’eloquio vanno al di là di quelle di solito associate con questi problemi.

L’entità dell’anomalia varia da situazione a situazione, e spesso è più grave quando vi è una speciale pressione a comunicare (per es., fare una relazione a scuola, un colloquio per un lavoro).

La Balbuzie è spesso assente durante la lettura orale, il canto o il colloquio con oggetti inanimati o con animali.


brano tratto dal DSM IV TR, American Psychiatric Association, Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, Text Revision con Casi Clinici, Masson 2007

 
Torna ai contenuti | Torna al menu